Sciacca risolve la pratica Gualdo. L’Orvietana torna a vincere

Torna a vincere l’Orvietana in una gara tutt’altro che facile, contro un avversario arrivato ad Orvieto per contenere i danni. Obiettivo che stava riuscendo agli uomini di Tomassoli, ma paradossalmente l’espulsione di Fapperdue più che sconvolgere i piani dell’Orvietana li ha scombussolati al Gualdo: la gara è stata decisa proprio pochi minuti dopo l’espulsione. Pomeriggio tranquillo per Frola anche in inferiorità numerica.
Ciccone ha potuto contare sulla solita formazione, anche Tomassoli conferma il suo 4-3-3. Nella prima parte di gara, la corsa e la freschezza atletica degli ospiti rendono difficile all’Orvietana la fase di impostazione. Col passare del tempo però gli ospiti saranno costretti ad arretrare il baricentro, senza più farsi vedere in avanti.
La prima emozione dopo 12 minuti, quando Sciacca si inventa un rasoterra a liberare Proietti al limite dell’area, palla per Guazzaroni, in fuorigioco, l’assistente alza la bandierina, ma l’arbitro non si accorge e fa proseguire. Viene atterato Guazzaroni l’arbitro assegna il rigore ed estrae il rosso, ma il precedente intervento dell’assistente fa rimettere il cartellino in tasca a Reali di Foligno.
A metà tempo sembra di essere tornati indietro di una settimana, come a Castiglione del Lago il portiere avversario calcola male l’uscita e colpisce di mani il pallone fuori area, stavolta l’arbitro opta solo per l’ammonizione. Greco va a battere il calcio diretto e segna, ma l’arbitro fa ripetere per una scorrettezza prima del tiro, sul secondo tentativo Greco guadagna solo un calcio d’angolo.
La gara prosegue con pochi sussulti fino al 40’ quando da corner battuto da Bracaletti, Guinazu trova il tempo giusto per incocciare di testa, ma il tuffo di Bazzucchi ha del miracoloso e salva il risultato, il successivo tentativo di Sciacca invece non è altrettanto pericoloso. Si va al riposto a reti inviolate, grazie soprattutto all’intervento straordinario di Bazzucchi.
Non passano nemmeno 20 secondi dal ritorno in campo e l’Orvietana è subito pericolosa: Guazzaroni doma la palla a centrocampo, apre per Keita che cambia gioco su Bracaletti, il capitano serve una palla tesa a centro area dove arriva di testa Sciacca, ma manda a lato. Ma dopo due minuti, la seconda palla persa in partita da Fapperdue a centrocampo, costa il secondo giallo al difensore centrale, reo di un errore simile nel primo tempo, Orvietana in dieci.
Qualche minuto dopo Ciccone manda in campo Di Patrizi per Keita e dopo nemmeno un giro di orologio la partita si sblocca: Greco serve in area Sciacca che da posizione defilata trova una traiettoria splendida che vale il vantaggio. Un premio per il numero 9 di casa, dopo un primo tempo a recuperare palloni e a inventare per i compagni.
Cambia quindi il copione della partita con gli ospiti, in superiorità, a doversi sbilanciare. Tomassoli, che già aveva inserito Rossi per Minuti manda dentro anche Bertolini. Ciccone deve togliere per infortunio Lanzi. Ma è l’Orvietana ad avvicinarsi al raddoppio al 35’: ancora Sciacca protagonista, sull’ennesimo corner battuto da Greco, prova la deviazione sottoporta, ma finisce di poco alta.
Il Gualdo torna in area solo a pochi istanti dal triplice fischio, ma l’uscita di Frola anticipa Rossi e Diaby.
Dopo le gare contro Massa Martana e Castel del Piano, anche contro il Gualdo i ragazzi di Ciccone hanno portato a casa il bottino pieno malgrado l’inferiorità numerica.
Con questo successo l’Orvietana mantiene i 4 punti di vantaggio sulla Narnese, vittoriosa a Sansepolcro, mentre aumenta addirittura a +10 il vantaggio sulle terze.
Domenica prossima trasferta a Terni contro l’Olimpia Thyrus San Valentino (ore 14.30).
ORVIETANA – GUALDO CASACASTALDA 1-0
ORVIETANA (4-2-3-1): Frola; Lanzi (28’st Biancalana), Fapperdue, Guinazu, Flavioni; Proietti, Greco; Bracaletti (23’st Vicaroni), Guazzaroni (41’st Cotigni), Keita (8’st Di Patrizi); Sciacca (46’st Marsili). A disp.: Perquoti, Barbini, Lombardelli, Baci. All.: Ciccone.
GUALDO C. (4-3-3): Bazzucchi; Coppola, Mereu, Bormioli, Dedja; Balducci (27’st Bertolini), Lorenzini, Favaro; Buzzi (46’st Maccari), Minuti (5’st Rossi), Diaby. A disp.: Fioroni, Santibacci, Menichelli, Scaramucci, Marini, Abdiji. All.: Tomassoli.
ARBITRO: Reali di Foligno (Brizioli di Perugia – Dandola di Perugia).
MARCATORE: 9’st Sciacca.
NOTE: Espulso: Fapperdue (O) al 4’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Bormioli, Bazzucchi (G), Guazzaroni (O). Ammonito Ciccone allenatore Orvietana. Angoli: 8-0. Recupero: 3’ + 4’.
 
CLASSIFICA
Orvietana 29
Narnese 25
Pontevalleceppi e Lama 19
Branca 18
V.A. Sansepolcro, Cast. Lago e M. Martana 16
Gualdo Cas. e Bastia 15
Castel del Piano 14
Ellera 13
S. Sisto 11
F. Assisi Subasio e Ducato Sp. 10
Angelana 9
Ol. Thyrus 8
Nestor 7
Torna a vincere l’Orvietana in una gara tutt’altro che facile, contro un avversario arrivato ad Orvieto per contenere i danni. Obiettivo che stava riuscendo agli uomini di Tomassoli, ma paradossalmente l’espulsione di Fapperdue più che sconvolgere i piani dell’Orvietana li ha scombussolati al Gualdo: la gara è stata decisa proprio pochi minuti dopo l’espulsione. Pomeriggio tranquillo per Frola anche in inferiorità numerica. Ciccone ha potuto contare sulla solita formazione, anche Tomassoli conferma il suo 4-3-3. Nella prima parte di gara, la corsa e la freschezza atletica degli ospiti rendono difficile all’Orvietana la fase di impostazione. Col passare del tempo però gli ospiti saranno costretti ad arretrare il baricentro, senza più farsi vedere in avanti. La prima emozione dopo 12 minuti, quando Sciacca si inventa un rasoterra a liberare Proietti al limite dell’area, palla per Guazzaroni, in fuorigioco, l’assistente alza la bandierina, ma l’arbitro non si accorge e fa proseguire. Viene atterato Guazzaroni l’arbitro assegna il rigore ed estrae il rosso, ma il precedente intervento dell’assistente fa rimettere il cartellino in tasca a Reali di Foligno. A metà tempo sembra di essere tornati indietro di una settimana, come a Castiglione del Lago il portiere avversario calcola male l’uscita e colpisce di mani il pallone fuori area, stavolta l’arbitro opta solo per l’ammonizione. Greco va a battere il calcio diretto e segna, ma l’arbitro fa ripetere per una scorrettezza prima del tiro, sul secondo tentativo Greco guadagna solo un calcio d’angolo. La gara prosegue con pochi sussulti fino al 40’ quando da corner battuto da Bracaletti, Guinazu trova il tempo giusto per incocciare di testa, ma il tuffo di Bazzucchi ha del miracoloso e salva il risultato, il successivo tentativo di Sciacca invece non è altrettanto pericoloso. Si va al riposto a reti inviolate, grazie soprattutto all’intervento straordinario di Bazzucchi. Non passano nemmeno 20 secondi dal ritorno in campo e l’Orvietana è subito pericolosa: Guazzaroni doma la palla a centrocampo, apre per Keita che cambia gioco su Bracaletti, il capitano serve una palla tesa a centro area dove arriva di testa Sciacca, ma manda a lato. Ma dopo due minuti, la seconda palla persa in partita da Fapperdue a centrocampo, costa il secondo giallo al difensore centrale, reo di un errore simile nel primo tempo, Orvietana in dieci. Qualche minuto dopo Ciccone manda in campo Di Patrizi per Keita e dopo nemmeno un giro di orologio la partita si sblocca: Greco serve in area Sciacca che da posizione defilata trova una traiettoria splendida che vale il vantaggio. Un premio per il numero 9 di casa, dopo un primo tempo a recuperare palloni e a inventare per i compagni. Cambia quindi il copione della partita con gli ospiti, in superiorità, a doversi sbilanciare. Tomassoli, che già aveva inserito Rossi per Minuti manda dentro anche Bertolini. Ciccone deve togliere per infortunio Lanzi. Ma è l’Orvietana ad avvicinarsi al raddoppio al 35’: ancora Sciacca protagonista, sull’ennesimo corner battuto da Greco, prova la deviazione sottoporta, ma finisce di poco alta. Il Gualdo torna in area solo a pochi istanti dal triplice fischio, ma l’uscita di Frola anticipa Rossi e Diaby. Dopo le gare contro Massa Martana e Castel del Piano, anche contro il Gualdo i ragazzi di Ciccone hanno portato a casa il bottino pieno malgrado l’inferiorità numerica. Con questo successo l’Orvietana mantiene i 4 punti di vantaggio sulla Narnese, vittoriosa a Sansepolcro, mentre aumenta addirittura a +10 il vantaggio sulle terze. Domenica prossima trasferta a Terni contro l’Olimpia Thyrus San Valentino (ore 14.30). ORVIETANA – GUALDO CASACASTALDA 1-0 ORVIETANA (4-2-3-1): Frola; Lanzi (28’st Biancalana), Fapperdue, Guinazu, Flavioni; Proietti, Greco; Bracaletti (23’st Vicaroni), Guazzaroni (41’st Cotigni), Keita (8’st Di Patrizi); Sciacca (46’st Marsili). A disp.: Perquoti, Barbini, Lombardelli, Baci. All.: Ciccone. GUALDO C. (4-3-3): Bazzucchi; Coppola, Mereu, Bormioli, Dedja; Balducci (27’st Bertolini), Lorenzini, Favaro; Buzzi (46’st Maccari), Minuti (5’st Rossi), Diaby. A disp.: Fioroni, Santibacci, Menichelli, Scaramucci, Marini, Abdiji. All.: Tomassoli. ARBITRO: Reali di Foligno (Brizioli di Perugia – Dandola di Perugia). MARCATORE: 9’st Sciacca. NOTE: Espulso: Fapperdue (O) al 4’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Bormioli, Bazzucchi (G), Guazzaroni (O). Ammonito Ciccone allenatore Orvietana. Angoli: 8-0. Recupero: 3’ + 4’.   CLASSIFICA Orvietana 29 Narnese 25 Pontevalleceppi e Lama 19 Branca 18 V.A. Sansepolcro, Cast. Lago e M. Martana 16 Gualdo Cas. e Bastia 15 Castel del Piano 14 Ellera 13 S. Sisto 11 F. Assisi Subasio e Ducato Sp. 10 Angelana 9 Ol. Thyrus 8 Nestor 7
Leggi tutto su: OrvietoSport
Sciacca risolve la pratica Gualdo. L’Orvietana torna a vincere


Comments

comments